Avvisi-PSL S.T.A.R. Oltrepò

Avvisi

G.A.L. OLTREPO PAVESE S.R.L.

BANDO

Per la selezione di
figura direttiva
(Direttore Di Piano)



Avviso pubblico di procedura comparativa e selettiva per l’affidamento di n. 1
incarico di DIRETTORE DI PIANO del G.A.L. OLTREPO’ PAVESE S.R.L.
 
 
 
“Programma di Sviluppo Rurale 2014-2020
MISURA 19 SOSTEGNO ALLO SVILUPPO RURALE LEADER”
OPERAZIONE 19.4.01
Tipologia: costi di gestione



PSR LOMBARDIA 2014- 2020
MISURA 19 SOSTEGNO ALLO SVILUPPO RURALE LEADER”
Reg. CE n. 1303/2013 – del Parlamento Europeo e del Consiglio del 17 dicembre 2013 recante disposizioni comuni sul Fondo europeo di sviluppo regionale, Avviso pubblico di procedura comparativa e selettiva per l’affidamento di n. 1 incarico di DIRETTORE DI PIANO del G.A.L. OLTREPO’ PAVESE S.R.L. nell’ambito del Piano di Sviluppo Locale Misura 19 sostegno allo sviluppo locale Leader del Programma di Sviluppo Rurale della Regione Lombardia 2014- 2020.

 VISTI:
- il Regolamento (UE) n. 1303/2013 del Parlamento Europeo e del Consiglio del 17 dicembre 2013 recante disposizioni comuni sul Fondo europeo di sviluppo regionale, sul Fondo sociale europeo, sul Fondo di coesione, sul Fondo europeo agricolo per lo sviluppo rurale e sul Fondo europeo per gli affari marittimi e la pesca e disposizioni generali sul Fondo europeo di sviluppo regionale, sul Fondo sociale europeo, sul Fondo di coesione e sul Fondo europeo per gli affari marittimi e la pesca, e che abroga il regolamento (CE) n.1083/2006 del Consiglio;
- il Regolamento (UE) n. 1305/2013 e successive disposizioni applicative del Parlamento Europeo e del Consiglio del 17 dicembre 2013 sul sostegno allo sviluppo rurale da parte del Fondo europeo agricolo per lo sviluppo rurale (FEASR) e che abroga il regolamento (CE) n. 1698/2005 del Consiglio;
- il Regolamento (UE) n. 1306/2013 del Parlamento Europeo e del Consiglio del 17 dicembre 2013 sul finanziamento, sulla gestione e sul monitoraggio della politica agricola comune e che abroga i regolamenti del Consiglio (CEE) n. 352/1978, (CE) n. 165/1994, (CE) n. 2799/1998, (CE) n. 814/2000, (CE) n. 1290/2005 e (CE) n. 485/2008;
-il Programma di Sviluppo Rurale della Regione Lombardia per il periodo 2014-2020 (di seguito per brevità indicato come PSR 2014-2020) attuativo del citato Regolamento (UE) n. 1305/2013, nella formulazione approvata dalla Commissione Europea con Decisione di esecuzione CE (2015) 3530 finale del 26 maggio 2015;
-il bando di selezione dei gruppi di azione locale e le disposizioni attuative della Misura 19 del Programma di Sviluppo Rurale della Regione Lombardia per il periodo 2014-2020 approvato dalla giunta regionale con D.d.u.o 31.07.2015 n. 6547;
- il D.u.U.o del 29.07.2016 della DG Agricoltura di Regione Lombardia relativo all’approvazione della graduatoria dei piani di sviluppo locale ammissibili tra cui il PSL “STAR Oltrepò - Sviluppo, Territorio, Ambiente e Ruralità”;
- il Documento di Piano approvato da Regione Lombardia “STAR Oltrepò Sviluppo, Territorio, Ambiente e Ruralità” sopra citato e gli ambiti tematici di intervento prioritari in esso previsti, ovvero: lo sviluppo e l’innovazione delle filiere e dei sistemi produttivi locali (agroalimentari, artigianali e manifatturieri), il turismo sostenibile, l’accesso ai servizi pubblici essenziali;
- CONSIDERATO CHE è stata costituita la società G.a.l. Oltrepo’ Pavese s.r.l. con sede legale e operativa in piazza Fiera 26/A – Varzi (PV);
 
VISTI, altresì:
- il Regolamento di funzionamento interno del G.a.l. Oltrepo’ Pavese s.r.l. approvato con delibera  del 26 ottobre 2016;
- la delibera del Consiglio di Amministrazione del G.a.l. Oltrepo’ Pavese s.r.l del 26.01.2018 che approva il presente Avviso Pubblico;
 
CONSIDERATA la necessità, per questa società, di avvalersi di un DIRETTORE di PIANO a supporto della propria attività, idoneo a poter essere inserito nell’organigramma del GAL;

 
RENDE NOTO

 
che è indetta una selezione pubblica comparativa per l’individuazione di un Direttore di Piano del G.A.L. OLTREPO’ PAVESE S.R.L..
 
Art. 1 OGGETTO, DURATA E TRATTAMENTO ECONOMICO
1.1 Funzione della figura ricercata
La figura ricercata è quella di DIRETTORE di PIANO del Programma di Sviluppo Locale (PSL) denominato “STAR Oltrepò - Sviluppo, Territorio, Ambiente e Ruralità” di cui alla Misura 19 - Leader del Programma di Sviluppo Rurale della Regione Lombardia.
Il Direttore di Piano del GAL svolgerà funzioni ad alto contenuto professionale, concernenti anche la conduzione e il coordinamento di risorse e persone, con responsabilità di iniziativa, di direzione esecutiva sulla base delle strategie, degli indirizzi e dei programmi definiti e delle responsabilità ad esso delegate dagli Organi direttivi della Società: tali mansioni comportano una specifica ed elevata capacità professionale, acquisita mediante approfondita preparazione teorica e tecnico-pratica nell’ambito della gestione di programmi e progetti cofinanziati con fondi dell’Unione europea. Inoltre, dovrà avere la capacità di relazione con soggetti pubblici e privati che operano sul territorio ed ha la responsabilità di raggiungere gli obiettivi di spesa previsti dal PSL garantendo la gestione ed il funzionamento delle attività aziendali del GAL in conformità alle normative di legge ed alle attribuzioni ed ai poteri affidati dal Consiglio di Amministrazione. In tal senso coordina le attività di gestione delle diverse funzioni e dei diversi ruoli. Nei bandi assume il ruolo di responsabile del procedimento fatto salvo diverse indicazioni espresse dal Cda.
Più in particolare relativamente alla gestione del PSL:
-  assume il ruolo di “Referente delle attività svolte ed in corso” nelle riunioni del CDA, durante le quali riferisce sul generale andamento della gestione del GAL e sulla sua prevedibile evoluzione; 
-  mette in atto le attività relative alla gestione del GAL deliberate dal CDA, fissando obiettivi e modalità di azione della struttura organizzativa secondo le procedure LEADER approvate dalla Regione.Relativamente alla attuazione del PSL: 
-  propone al Cda il piano annuale degli obiettivi e delle attività e ne cura il riesame periodico;
-  di concerto con il responsabile amministrativo esegue il monitoraggio costante delle attività e dei costi aziendali; 
-  coordina il rapporto con i fornitori e con i consulenti esterni; 
-  assicura l’applicazione del Regolamento Interno e del Manuale delle Procedure; 
-  concorda con il Responsabile Amministrativo i documenti da sottoporre al revisore esterno per l’inoltro al Presidente, al CDA se occorre, e a regione Lombardia. 
-  istruisce la documentazione da sottoporre al CDA per la ratifica delle graduatorie. Relativamente alla organizzazione: 
-  predispone con il Responsabile Amministrativo le eventuali modifiche al regolamento interno composto da: procedure, organigramma e mansionario, piste di controllo; 
-  gestisce il personale e ne coordina le funzioni; 
-  definisce un adeguato processo di Comunicazione interno; 
-  individua opportunità di finanziamenti per il GAL. 
Inoltre ha la responsabilità di presidiare l’avanzamento del Piano di Sviluppo Locale. Programma e coordina le attività necessarie per l’attuazione dei progetti con l’obiettivo di massimizzare l’efficienza e l’efficacia di attuazione del PSL. In particolare sotto questo aspetto:
- predispone le relazioni tecniche periodiche sullo stato di avanzamento del PSL;
- provvede alla realizzazione delle azioni attraverso il coordinamento con i soggetti proponenti;
- predispone il programma dei bandi e/o avvisi pubblici e ne cura, in collaborazione con i Responsabili di Misura, la loro pubblicazione;
- garantisce l’attuazione delle procedure per la presentazione, la selezione ed il controllo formale delle domande da sottoporre alle commissioni di valutazione istituite dal CDA.
- predispone atti e documenti per l’informazione e pubblicità del PSL;
- gestisce il personale dedicato alla progettazione e all’esecuzione dei progetti a regia diretta;
- determina le specifiche per la definizione delle risorse da acquisire all’esterno, sia in termini di beni fisici che di servizi;
- collabora alla identificazione di fornitori di servizi e ne elabora la short list;
- collabora alla identificazione dei profili professionali per la redazione della “short list” di consulenti esperti;
- organizza le attività delle commissioni di valutazione a cui sottopone la lista delle domande di aiuto;
- rimodula i progetti, se necessario, e si preoccupa di ottenerne l’approvazione;
- coordina le attività di monitoraggio continuo sui progetti;
- implementa le piste di controllo nel PSL;
- gestisce le relazioni con gli organismi beneficiari;
- elabora e gestisce il Piano di Comunicazione del GAL;
- cura la organica presentazione sul sito web del GAL dei progetti e delle attività collegate alle singole misure del piano;
- elabora e cura la diffusione del materiale tecnico ed informativo sulle attività e le strategie operative del GAL;
- assicura l’applicazione delle procedure e delle istruzioni operative previste nella propria direzione.
1.2 Durata
L’incarico ha durata triennale a partire dalla data di sottoscrizione. Trattandosi di incarico professionale per il coordinamento di un Programma a carattere pluriennale, si prevede, allo scadere del terzo anno, la possibilità di prorogare/rinnovare il contratto in termini annuali o pluriennali consoni alla gestione e alla rendicontazione del finanziamento europeo.
1.3 Modalità organizzative e Trattamento economico
Il direttore deve inoltre garantire massima flessibilità e la sua presenza sempre per esigenze connesse alle funzioni e/o la partecipazione ad incontri programmati e con una presenza stimata, in relazione all’espletamento dell’incarico sul territorio, di trenta ore settimanali articolata su quattro giorni su cinque, secondo modalità da definire nel contratto di incarico, presso la sede del Gal (salvo impegni di trasferta), da determinarsi in relazione alle attività da espletare.
Dovrà conciliare la propria presenza con le necessità del Presidente e di eventuali riunioni di Cda e presenze istituzionali senza vincoli di orario.
Il direttore per gli spostamenti territoriali dovrà utilizzare l’auto propria ed in questo caso verrà riconosciuto un rimborso kilometrico secondo il regolamento interno.
Il compenso lordo annuo per lo svolgimento delle prestazioni è fissato in euro 45.000,00 (quarantacinquemila/00); restano esclusi iva di legge e oneri previdenziali a seconda del sistema previdenziale di appartenenza.
La sede di riferimento per lo svolgimento dell’incarico è presso la sede legale e operativa in piazza Fiera 26/A – Varzi (PV), o altra sede successivamente individuata, e verrà richiesta la presenza frequente sul territorio di competenza anche presso eventuali altri luoghi di svolgimento di incontri e riunioni.
 
Art. 2 REQUISITI PER L’AMMISSIONE
Per l’ammissione alla procedura selettiva, i partecipanti dovranno essere in possesso dei seguenti requisiti, richiesti a pena di esclusione:
1) Cittadinanza italiana o cittadinanza di uno degli stati membri dell’Unione Europea, in possesso del corrispondente titolo di studio riconosciuto ed equiparato a quello richiesto per i candidati di nazionalità italiana;
2) età non inferiore agli anni 18 (diciotto) alla data di pubblicazione dell’Avviso;
3) godimento dei diritti civili e politici ed assenza di cause di inconferibilità ed incompatibilità;
4) non aver riportato condanne penali e non avere procedimenti penali pendenti a proprio carico;
5) possesso della patente di guida, categoria B ed automunito;
6) possesso di uno dei seguenti titoli di studio: Laurea specialistica /magistrale ai sensi del vigente ordinamento ovvero Diploma di laurea secondo il previgente ordinamento universitario conseguita presso Università Italiane nelle materie giuridiche e/o economiche, agrarie ed agroalimentari, sciente forestali e ambientali, scienze naturali e ingegneria gestionale, scienze della pianificazione territoriale, urbanistica, paesaggistica e ambientale;
7) Competenze e capacità specifiche:
- possedere ottime capacità organizzative, comunicative e relazionali;
- esperienza professionale, almeno triennale, di coordinamento, gestione e/o progettazione in ambito di bandi europei maturata posteriormente al diploma di laurea ed entro la data fissata quale termine ultimo per la presentazione della domanda;
- possedere documentata esperienza nel campo della programmazione e della gestione di interventi integrati e di interventi cofinanziati con fondi comunitari, con fondi nazionali e con fondi regionali, e delle relative modalità di monitoraggio e rendicontazione;
- possedere adeguata conoscenza delle discipline, dei regolamenti e delle normative che regolano gli interventi comunitari, nazionali e regionali e nello specifico delle modalità di gestione dei Fondi Strutturali, in particolare del Programma di Sviluppo Rurale (PSR) 2007/2013 e 2014/2020 e delle misure rivolte allo sviluppo locale Leader;
- esperienza in procedure di selezione, interventi e di procedure di gara e bandi per la selezione dei progetti e esperienza in materia di Enti territoriali;
- ottima conoscenza della lingua italiana nel caso di cittadini stranieri;
- conoscenza della lingua inglese, scritta e parlata;
- padronanza dei più diffusi programmi informatici per il trattamento elettronico di testi e di dati (ad esempio, le applicazioni “office”), nonché i più diffusi programmi di posta elettronica ed applicazioni internet;
- conoscenza della realtà socio-economica territoriale ed istituzionale del territorio PSL.
 
Il direttore non potrà ricoprire contemporaneamente altri incarichi retribuiti di qualsiasi genere concernenti l’attuazione del PSL all’interno dello stesso Gal; il direttore potrà ricoprire altri incarichi di natura professionale purchè gli stessi siano residuali e non prevalenti rispetto all’attività svolta per il Gal e vengano espletati al di fuori del territorio del Gal stesso a condizione che non via sia alcuna situazione di incompatibilità o di conflitto di interessi.
 
ART. 3 TERMINE E MODALITA’ DELLA DOMANDA DI AMMISSIONE ALLA SELEZIONE
La domanda di ammissione alla selezione deve essere redatta in carta semplice, debitamente sottoscritta, secondo lo schema (Allegato 1) che è allegato al bando, riportando tutte le indicazioni che i candidati sono tenuti a fornire. In particolare, in tale domanda è fatto obbligo al candidato dichiarare, sotto la propria personale responsabilità:
a) Cognome e nome, scritti in carattere stampatello se la domanda non è dattiloscritta;
b) Il luogo e la data di nascita;
c) L’indirizzo pec al quale si desidera che siano trasmesse le comunicazioni relative alla presente selezione e l’impegno a far conoscere le eventuali successive variazioni;
d) Codice fiscale e partita IVA;
e) Il possesso della cittadinanza italiana oppure della cittadinanza di uno degli stati membri dell’Unione Europea;
f) godimento dei diritti civili e politici ed assenza di cause di inconferibilità ed incompatibilità;
g) di essere fisicamente idoneo all’incarico;
h) Le eventuali condanne penali riportate (anche se sia stata concessa amnistia, indulto, condono o perdono giudiziale), nonché la eventuale esistenza di pendenze penali o procedimenti in corso; in caso negativo dovrà essere dichiarata l’insussistenza di condanne penali e di procedimenti penali in corso;
i) Il possesso del titolo di studio richiesto per l’ammissione alla selezione con indicazione dei seguenti elementi:
• Data di conseguimento
• Facoltà di appartenenza
• Università di rilascio e relativo voto conseguito;
l) Il possesso della patente di guida e di essere automunito;
m) La conoscenza della lingua italiana (solo per i cittadini stranieri);
n) la conoscenza ed il possesso delle competenze specifiche richieste.
I concorrenti portatori di handicap ai sensi della L. 104/92 dovranno specificare l’ausilio necessario per l’espletamento delle prove di selezione, nonché l’eventuale necessità di tempi aggiuntivi, in relazione alla propria condizione di portatori di handicap, per sostenere le prove stesse.
Non è sanabile e comporta l’esclusione dalla selezione l’omissione nella domanda:
• Del cognome, nome, residenza e indirizzo pec;
• Della firma del concorrente, a sottoscrizione della domanda stessa, che non necessita di autenticazione;
• Copia della carta d’identità (salvo il caso di sottoscrizione digitale in analogia con quanto previsto dall’art. 65 CAD).
• Mancata presentazione del curriculum vitae, secondo le modalità richieste all’art. 4 lett. b).
 
ART. 4 ALLEGATI ALLA DOMANDA DI PARTECIPAZIONE ALLA SELEZIONE
Alla domanda di partecipazione alla selezione, il candidato deve allegare a pena di esclusione:
a) Copia fotostatica di un documento di identità in corso di validità (salvo il caso di sottoscrizione digitale in analogia con quanto previsto dall’art. 65 CAD).
b) Curriculum vitae in formato europeo, da cui si possa evincere il percorso formativo e professionale del candidato, che deve, a pena di esclusione, essere debitamente sottoscritto dal candidato e riportare in calce la dichiarazione, resa ai sensi degli artt. 46 e 47 del D.P.R. 445/2000, in ordine veridicità ed autenticità delle informazioni fornite nonché l’autorizzazione al trattamento dei dati personali ai sensi dell’art. 13 del D.Lgs. 196/2003;
c) (facoltativamente) dichiarazioni ed attestazioni relativi alla partecipazione a Master e/o corsi ed ogni altra documentazione ritenuta utile.
La domanda deve essere corredata da un elenco, in carta libera, di tutti i documenti alla stessa allegati.
 
ART. 5 PRESENTAZIONE DELLE DOMANDE
La domanda di ammissione alla selezione redatta in carta semplice unitamente agli allegati richiesti, deve essere presentata esclusivamente a mezzo e-mail da una casella di posta elettronica certificata (P.E.C.) al seguente indirizzo P.E.C. del GAL: galoltreposrl@legalmail.it indirizzata al Presidente del G.A.L. Oltrepo’ Pavese S.r.l. entro le ore 12.00 del 31 marzo 2018 (30 giorni da pubblicazione).
Si precisa che ai fini dell’ammissione farà fede la data di consegna risultante dal sistema. La domanda e i suoi allegati devono essere firmati digitalmente o, in alternativa, firmati e scansionati in formato PDF. Non saranno considerate valide ed accettate le domande spedite da una casella di posta non certificata verso la PEC del GAL o indirizzate a caselle non certificate dello stesso GAL.
Non sono ammesse altre modalità di presentazione della domanda.
Sempre a pena di esclusione, oltre a nome, cognome ed indirizzo del mittente, la PEC dovrà riportare il seguente oggetto: “Avviso pubblico per la selezione di Direttore di Piano del Gal Oltrepo’ Pavese srl”.
Il GAL non assume responsabilità per la dispersione di comunicazioni, dipendente da inesatte indicazioni del recapito da parte del concorrente oppure da mancata o tardiva comunicazione del cambiamento dell’indirizzo pec indicato nella domanda, né per eventuali disguidi o comunque imputabili a fatto di terzi, a caso fortuito o forza maggiore.
Scaduto il termine per la presentazione delle domande, non è consentito alcuna regolarizzazione di domande pervenute con omissioni e/o incompletezze rispetto a quanto espressamente richiesto dal presente bando. Non sono tuttavia motivo di esclusione le omissioni e/o le incompletezze di una o più delle dichiarazioni qualora il possesso dei requisiti non dichiarato possa ritenersi implicito nella dichiarazione afferente ad altro requisito o risulti dal contesto della domanda o dalla documentazione formalmente rimessa in allegato alla domanda medesima.
Il GAL garantisce pari opportunità tra uomini e donne per l’accesso al lavoro ai sensi del decreto legislativo 11 aprile 2006, n. 198 – Codice delle pari opportunità. I requisiti prescritti devono essere posseduti alla data di scadenza del termine per la presentazione della domanda.
I candidati sono ammessi alla prova selettiva con riserva, in quanto il GAL, su segnalazione della Commissione, può disporre con delibera motivata del CDA, l’esclusione dalla prova selettiva per difetto dei requisiti richiesti, risultanti dall’esame specifico della documentazione presentata ovvero dalle dichiarazioni sostitutive di atto notorio, anche successivamente allo svolgimento della prova.
 
ART. 6 CRITERI E MODALITA’ DI SELEZIONE
La selezione avverrà attraverso una valutazione curriculare e una prova orale. La commissione, composta da membri esterni alla società, procederà alla valutazione dei candidati secondo il seguente ordine:
- Esame dell’ammissibilità delle domande;
- Valutazione dei titoli e dei curricula;
- Colloquio.
Il punteggio complessivo attribuibile è pari a 100 punti, così suddivisi
 
A) Valutazione del curriculum e dei titoli: fino a 60 punti
Criterio di valutazione Punteggio attribuibile
A) Partecipazione a Master e/o corsi
Conseguimento di Master e/o corsi di aggiornamento aventi come oggetto la politica comunitaria, la nuova regolamentazione e lo sviluppo rurale.
Punti 1 per ogni Master documentato
Punti 0,80 per ogni corso di aggiornamento documentato
Fino a 5 punti
B) Conoscenze ed esperienze acquisite Fino a 30 punti di cui:
B1) quantità e qualità dell’esperienza professionale specifica maturata in materia di Iniziativa Comunitaria LEADER e programmi di sviluppo locale e programmazione negoziata;
conoscenza dei principali strumenti normativi programmatici, comunitari, nazionali e regionali collegati all’iniziativa comunitaria LEADER e ai fondi strutturali, comprovata attraverso l’eventuale esperienza professionale svolta.
Fino a 10 punti
B2) eventuali esperienze inerenti lo sviluppo locale e le tematiche ambientali con particolare riferimento al territorio del GAL o territori similari.  
Fino a 5 punti
B3) esperienza maturata nella predisposizione e gestione di bandi pubblici di finanziamento riferiti in particolare alle tematiche e materie connesse con il settore dell’agricoltura e dello sviluppo rurale.  
Fino a 10 punti
B4) pluralità di esperienze professionali e di relazioni con il settore produttivo e amministrativo di livello locale con risultato di promozione ed elaborazione di strategie e azioni innovative volte allo sviluppo del territorio;
padronanza nell’utilizzo dei programmi informatici standard, nel caso documentata attraverso attestati di partecipazione a corsi.
 Fino a 5 punti
C) Esperienze gestionali di società e/o enti e gestione di strutture complesse
Fino a 25 punti di cui:
C1) Svolgimento di attività e ruoli in posizione funzionale gerarchica similare a quella messa a bando
Fino a 15 punti
C2) Esperienza professionale di almeno 3 anni nella gestione di strutture complesse con la presenza di un numero di risorse uguale o superiore a 3  
Fino a 10 punti
I punteggi relativi alle valutazioni curriculari di cui alle lett. B) e C) verranno assegnati dalla commissione mediante l’attribuzione di un coefficiente all’elemento considerato, sulla base della seguente scala di giudizio:
Ottimo………………………1,00
Distinto…………………...…0,80
Buono……………………….0,60
Sufficiente……………….….0,40
Scarso………………………0,20
Nullo…………………………0,00
B) PROVA ORALE: fino a 40 punti
 
Coloro che hanno raggiunto un punteggio minimo di 36/60 nella valutazione curriculare passeranno alla prova orale. La prova orale consisterà in un colloquio avente ad oggetto valutazione della caratteristica trasversali e attitudinali del candidato, la motivazione e le pregresse esperienze in linea con il profilo per il quale ci si candida e la conoscenza del territorio che lo stesso deve avere.
In particolare, il colloquio verterà sui seguenti argomenti:
- Conoscenza dei principali regolamenti e programmi dei fondi comunitari (Leader FEASR, POR/PON FESR, POR FSE - Interregg, Erasmus plus, …) e di altri strumenti/programmi finanziati da fondi addizionali per lo sviluppo locale (placebased approach);
- Conoscenza delle tematiche e degli aspetti applicativi connessi ai fondi strutturali, nonché delle relative modalità di monitoraggio e rendicontazione;
- Conoscenza delle principali peculiarità e caratteristiche connesse al territorio del GAL;
- Conoscenza delle modalità di affidamento di lavori, servizi e forniture secondo quanto previsto dal decreto legislativo 19 aprile 2016 n. 50 e s.m.i. e relative disposizioni di completamento, nonché dei principi del procedimento amministrativo di cui alla legge 7 agosto 1990, n. 241 e s.m.i.;
- Capacità relazionali, di coinvolgimento e animazione sul territorio e capacità di interpretarne le potenzialità;
- Padronanza della lingua straniera (inglese) scritta e parlata.
Ai candidati verrà richiesto di riferire e commentare i risultati concreti conseguiti nel corso della propria esperienza professionale.
I candidati saranno convocati al colloquio mediante PEC.
 
ART. 7 GRADUATORIA E CONFERIMENTO INCARICO
Al termine dei lavori, la Commissione procederà alla formazione di una graduatoria che dovrà essere approvata dal CDA del GAL.
La graduatoria, dalla data di pubblicazione, avrà validità fino al 31.12.2018. L’incarico verrà affidato al candidato che risulterà collocato al primo posto della graduatoria.
In caso di rinuncia, successive dimissioni ovvero successive necessità, il GAL attingerà alla graduatoria secondo l’ordine di punteggio. Il candidato prescelto sarà invitato, con PEC, a dichiarare la propria volontà entro 10 giorni dalla data di ricevuta della comunicazione e a presentare la documentazione necessaria alla stipula del contratto; in tale sede il GAL si riserverà la facoltà di richiedere i documenti atti a comprovare i requisiti e i titoli dichiarati in domanda e nell’allegato curriculum vitae.
 
ART.8 RESPONSABILE DEL PROCEDIMENTO
Il responsabile del procedimento è individuato nel dott. Francesco MATARAZZO
 
ART. 9 DISPOSIZIONI FINALI
Il GAL si riserva, altresì, la facoltà di prorogare, sospendere o modificare il presente avviso, integralmente o in parte; si riserva, altresì di non procedere ad alcun incarico per sopraggiunti motivi e esigenze difformi anche di tipo organizzativo dandone comunicazione ai candidati che hanno fatto pervenire la loro domanda di partecipazione.
Per eventuali ulteriori informazioni gli aspiranti potranno rivolgersi al seguente numero di Tel. 0383540637 oppure via E-mail: galoltreposrl@legalmail.it
Il presente bando e la relativa domanda di ammissione (Allegato 1) sono consultabili sui Siti Internet www.galoltreposrl.it , www.gal-oltrepo.it e degli altri enti soci disponibili in merito.
Si avverte che la esecutività del presente Bando è subordinata all’approvazione Definitiva della Direzione Generale Agricoltura di Regione Lombardia. Conseguentemente sono pertanto possibili modifiche o addirittura annullamento dello stesso anche in fase di pubblicazione. Le comunicazioni in proposito saranno tempestivamente pubblicate presso il sito www.galoltreposrl.it e il sito www.gal-oltrepo.it e inviate a tutti i soggetti a cui è stato fatto espresso invito di pubblicazione.
 
ART. 10 RINVIO
Per quanto qui non espressamente previsto si rinvia alla normativa vigente in materia.
 
Varzi, 1 marzo 2018
Il Presidente del GAL
 
Nicola ADAVASTRO
firma_ada














 

 

 
 
 




Allegato 1
 
DOMANDA DI AMMISSIONE ALLA SELEZIONE per l’affidamento di n. 1 incarico di DIRETTORE DI PIANO del G.A.L. OLTREPO’ SR.L. nell’ambito del Piano di Sviluppo Locale Misura 19 sostegno allo sviluppo locale Leader del Programma di Sviluppo Rurale della Regione Lombardia 2014-2020.
 
Al Presidente del
G.A.L. OLTREPO’ PAVESE S.R.L.
Pec. galoltreposrl@legalmail.it
 
OGGETTO: DOMANDA DI AMMISSIONE ALLA SELEZIONE per l’affidamento di n. 1 incarico di DIRETTORE DI PIANO del G.A.L. OLTREPO’ PAVESE S.R.L. nell’ambito del Piano di Sviluppo Locale Misura 19 sostegno allo sviluppo locale Leader del Programma di Sviluppo Rurale della Regione Lombardia 2014-2020.

IL/La sottoscritto/a__________________________,nato/a a__________________(___) il_________ residente a______________________(___) CAP________,via_____________________________________________________n.___ Codice fiscale:____________________________________________________________
P.IVA:___________________________________________________________________
PEC:____________________________________________________________________
Recapito telefonico:______________________

CHIEDE
 
 
di essere ammesso/a a partecipare alla selezione di cui all’oggetto.

A tal fine, nel rispetto di quanto disposto dagli articoli 46 e 47 del D.P.R. 445/2000 e s.m.i., e consapevole della responsabilità in caso di affermazioni mendaci e delle relative sanzioni penali di cui all’art. 76 del medesimo D.P.R. 445/2000 e s.m.i. dichiara:

1) di aver preso visione dell’avviso di selezione e di accettare incondizionatamente le norme e le disposizioni del medesimo;
2) di essere in possesso della cittadinanza italiana oppure della cittadinanza di uno degli stati membri dell’Unione Europea;
3) di essere a conoscenza della lingua italiana (solo per cittadini stranieri);
4) di essere in possesso del seguente titolo di studio: 
________________________________________________________________________

Facoltà di_______________________________

Università di________________________________

Votazione finale riportata

__________________Data di conseguimento_______________________;

5) di essere in possesso della patente di guida categoria_______;

6) di essere automunito;

7) di essere in possesso del seguente numero di partita IVA_______________________;

8) di avere il godimento dei diritti civili e politici e di non trovarsi in situazioni di inconferibilità e di incompatibilità;

9) di essere fisicamente idoneo all’incarico;

10) di non aver riportato condanne in sede penale o civile e di non avere procedimenti in corso (in caso contrario indicare chiaramente le condanne riportate e gli eventuali procedimenti in corso)
_____________________________________________________________________________________
_____________________________________________________________________________________
_____________________________________________________________________________________

11) di appartenere ad una categoria protetta NO □    SI □
specificare quale _______________
Con la percentuale del _________%

12) di essere in possesso delle competenze e capacità specifiche richieste ed in particolare:
- possedere ottime capacità organizzative, comunicative e relazionali;
- esperienza professionale, almeno triennale, di coordinamento, gestione e/o progettazione in ambito di bandi europei maturata posteriormente al diploma di laurea ed entro la data fissata quale termine ultimo per la presentazione della domanda;
- possedere documentata esperienza nel campo della programmazione e della gestione di interventi integrati e di interventi cofinanziati con fondi comunitari, con fondi nazionali e con fondi regionali, e delle relative modalità di monitoraggio e rendicontazione;
- di avere una adeguata conoscenza delle discipline, dei regolamenti e delle normative che regolano gli interventi comunitari, nazionali e regionali e nello specifico delle modalità di gestione dei Fondi Strutturali, in particolare del Programma di Sviluppo Rurale (PSR) 2007/2013 e 2014/2020 e delle misure rivolte allo sviluppo locale Leader.
- esperienza in procedure di selezione, interventi e di procedure di gara e bandi per la selezione dei progetti e esperienza in materia di Enti territoriali;
- ottima conoscenza della lingua italiana nel caso di cittadini stranieri;
- conoscenza della lingua inglese, scritta e parlata;
- padronanza dei più diffusi programmi informatici per il trattamento elettronico di testi e di dati (ad esempio, le applicazioni “office”), nonché i più diffusi programmi di posta elettronica ed applicazioni internet;
- conoscenza della realtà socio-economica territoriale ed istituzionale del territorio Psl.
 
Al fine dell’attribuzione del punteggio curriculare e secondo quanto indicato nel curriculum vitae e/o altra documentazione prodotta dichiara altresì:

di aver partecipato ai seguenti Master e/o corsi di aggiornamento aventi come oggetto la politica comunitaria, la nuova regolamentazione e lo sviluppo rurale:
________________________________________________________________________________________
________________________________________________________________________________________
________________________________________________________________________________________
________________________________________________________________________________________
________________________________________________________________________________________
________________________________________________________________________________________
________________________________________________________________________________________
________________________________________________________________________________________

□ di essere in possesso delle conoscenze ed acquisito le seguenti esperienze:
□ a) quantità e qualità dell’esperienza professionale specifica maturata in materia di Iniziativa Comunitaria LEADER e programmi di sviluppo locale e programmazione negoziata (SPECIFICARE):

________________________________________________________________________________________
________________________________________________________________________________________
________________________________________________________________________________________
________________________________________________________________________________________
________________________________________________________________________________________
________________________________________________________________________________________
________________________________________________________________________________________
________________________________________________________________________________________
□ b) conoscenza dei principali strumenti normativi programmatici, comunitari, nazionali e regionali collegati all’iniziativa comunitaria LEADER e ai fondi strutturali, comprovata attraverso l’esperienza professionale svolta;
□ c) eventuali esperienze inerenti lo sviluppo locale e le tematiche ambientali con particolare riferimento al territorio del GAL o territori similari (SPECIFICARE):
________________________________________________________________________________________
________________________________________________________________________________________
 
□ d) esperienza maturata nella predisposizione e gestione di bandi pubblici di finanziamento riferiti in particolare alle tematiche e materie connesse con il settore dell’agricoltura e dello sviluppo rurale (SPECIFICARE)

__________________________________________________________________________________
________________________________________________________________________________________
________________________________________________________________________________________
________________________________________________________________________________________
________________________________________________________________________________________
________________________________________________________________________________________
________________________________________________________________________________________
_______________________________________________________________________________________
□ e) pluralità di esperienze professionali e di relazioni con il settore produttivo e amministrativo di livello locale con risultato di promozione ed elaborazione di strategie e azioni innovative volte allo sviluppo del territorio (SPECIFICARE)
________________________________________________________________________________________
________________________________________________________________________________________
________________________________________________________________________________________
________________________________________________________________________________________;
□ f) di avere la padronanza nell’utilizzo dei programmi informatici standard, nel caso documentata attraverso attestati di partecipazione a corsi.
di aver maturato esperienza di direzione e gestione di società e/o enti:
□ Esperienza professionale di svolgimento di attività e ruoli in posizione funzionale gerarchica similare a quella messa a bando (SPECIFICARE):
________________________________________________________________________________________
________________________________________________________________________________________
________________________________________________________________________________________
________________________________________________________________________________________;
□ Esperienza professionale di almeno 3 anni nella gestione di strutture complesse con la presenza di un numero di risorse uguale o superiore 3 unità (SPECIFICARE):
________________________________________________________________________________________
________________________________________________________________________________________
________________________________________________________________________________________
_______________________________________________________________________________________;.
 
Di autorizzare, ai sensi del D.lgs. 30/06/2003 n. 196, ad utilizzare i dati personali contenuti nella presente domanda ai fini della procedura ed in caso di affidamento dell’incarico ai fini della costituzione del rapporto contrattuale.
 
Il/la sottoscritto/a chiede, inoltre, che ogni comunicazione relativa alla presente selezione venga trasmessa al seguente indirizzo PEC: ____________________________________
impegnandosi a far conoscere le eventuali successive variazioni.
 
 
_____________, lì _______________
 
FIRMA
 
________________________________
 

Allega alla presente domanda:
a) curriculum vitae (contenente le informazioni e secondo le modalità richieste nell’Avviso);
b) fotocopia del documento di identità in corso di validità del sottoscrittore;
c) (facoltativamente) dichiarazione ed attestazioni relativi alla partecipazione a Master e/o corsi ed ogni altra documentazione ritenuta utile;
d) elenco, in carta libera, di tutti i documenti alla stessa allegati.
 
□ barrare l’opzione che interessa