COOPERAZIONE-PSL S.T.A.R. Oltrepò

OPERAZIONE 19.3.01 COOPERAZIONE TRA GAL
La Cooperazione tra GAL prevede il coinvolgimento di almeno due GAL selezionati o di almeno due Stati differenti, di cui almeno uno appartenente all'Unione Europea, prevede la presenza di un GAL Capofila che si occupa del coordinamento, di gestire le azioni comuni ed indirizzare i partner allo svolgimento delle azioni locali, permette ed incentiva i partenariati pubblico-privati, presuppone la realizzazione di un'azione comune a tutti i GAL partecipanti.
Auto Valutazione PLUS: dall’auto valutazione delle strategie di sviluppo locale alla programmazione post 2020
Il GAL Oltrepò Pavese insieme al GAL Parco dei Colli di Bergamo e del Canto Alto, in qualità di Capofila, il GAL GardaValsabbia2020 ed il GAL Valle Seriana e dei Laghi Bergamaschi, ha presentato a Regione Lombardia il progetto di Cooperazione "Autovalutazione PLUS" che intende documentare e supportare l'attuazione di un sistema comune di autovalutazione e monitoraggio tra GAL della stessa Regione ma con confronto anche con GAL di Regioni diverse e nello stesso tempo vuole proporre un prodotto per l'azione comune in grado di andare oltre quanto previsto da PSR, quale valutazione obbligatoria.
Verrà adottata una metodologia di lavoro "comparata" in grado di misurare gli effetti del prodotto ed allo stesso tempo essere uno strumento di sostegno alla costruzione della nuova programmazione post 2020.
Il progetto vuole portare come valore aggiunto alle attività previste come obbligatorie sul tema dell'autovalutazione un PLUS, rappresentato da un modello di valutazione comparabile tra i partner che si interfaccia con un modello di valutazione online aperto attraverso un sistema di monitoraggio civico che permetta la partecipazione attiva ed un'interfaccia aperta ai beneficiari delle varie azioni del programma Leader.
 ed il
DESCRIZIONE SINTETICA DEL PROGETTO 
I quattro GAL coinvolti nel progetto interessano  una vasta area territoriale, che vede rappresentate le principali macro-categorie di ambiti rurali che contraddistinguono il tessuto agricolo delle aree LEADER di Regione Lombardia: ambiti collinari periurbani, medi e alti settori collinari, aree montane e territori limitrofi ai grandi laghi.
Questa collocazione geografica del partenariato rappresenta un elemento di forza per il progetto di valutazione proposto, che permetterà di confrontare GAL che, seppur operando all’interno del medesimo macro-territorio e sotto lo stesso impianto legislativo, si possono trovare ad affrontare tematiche e criticità tecniche e operative estremamente differenti, la cui declinazione è connessa a variabili di scala locale che spesso sfuggono alla pianificazione su scala Regionale, la cui corretta lettura e interpretazione è per altro alla base stessa del concetto di sviluppo LEADER.
Il Progetto prende le mosse dalle indicazioni normative della programmazione 2014-2020 dove i GAL sono chiamati per la prima volta a condurre specifiche attività di valutazione/autovalutazione relativamente all’attuazione delle strategie di sviluppo locale (Reg. UE 1303/2013), attraverso la strutturazione di un percorso di valutazione dedicato in particolare alla misurazione del valore aggiunto dell’applicazione del metodo Leader.
Questo tema che vede per la prima volta i GAL misurarsi con uno strumento che impone la misurazione quantitativa e qualitativa dell’azione complessa ed articolata di tali Enti, ha posto le strutture operative, di fronte alla questione di interrogarsi sulla necessità di adottare una metodologia di lavoro “comparata” in grado di misurare gli effetti del lavoro prodotto ma nello stesso tempo di essere anche uno strumento di sostegno alla costruzione della nuova programmazione post 2020.
 il progetto, inoltre, vuole portare come valore aggiunto alle attività previste come obbligatoria sul tema autovalutazione, un “PLUS” rappresentato da un modello comune di valutazione comparabile fra i partner che si interfaccia con un modello di autovalutazione on line aperto attraverso un sistema di monitoraggio civico che permetta una partecipazione attiva ed una interfaccia aperta ai beneficiari delle azioni del programma LEADER.

PROCEDURA APERTA PER L’AFFIDAMENTO DELLO STUDIO PER LA DEFINIZIONE DELLE LINEE GUIDA PER LA REALIZZAZIONE DI UNO STRUMENTO DI AUTOVALUTAZIONE E RELATIVO APPLICATIVO INFORMATICO IN RELAZIONE AL PROGETTO DI COOPERAZIONE “AUTOVALUTAZIONE PLUS”

7 MAGGIO 2021

E’ pubblicata la Procedura aperta senza indizione di gara per l’affidamento dello studio per la definizione delle linee guida per la realizzazione di uno strumento di Autovalutazione e relativo applicativo informatico in relazione al progetto di Cooperazione “AUTOVALUTAZIONE PLUS”

La stazione appaltante è il Gruppo di Azione dei Colli di Bergamo e del Canto Alto (capofila del progetto “AUTOVALUTAZIONE PLUS”.

I contratti saranno definiti dai Gal partner del progetto, ognuno per la propria parte di competenza come specificato all’art.6 del bando.

La richiesta di partecipazione deve essere presentata entro il termine perentorio delle ore 12.00 del giorno 21 maggio 2021.

Scarica qui il Bando e gli allegati di partecipazione:

BANDO DI GARA
ALLEGATI